Febbraio               

rfoundation_covers

“I CUORI UMANI DEVONO ACCETTARE IN PIENO CHE LA COMPRENSIONE E LA BUONA VOLONTA’ PRENDERANNO IL POSTO DELLA PAURA E DELL’ODIO”.

 [ Paul Harris]

Nel mese di febbraio che il Rotary dedica alla comprensione mondiale, ricordiamo queste parole scritte da Paul Herris se desideriamo realizzare veramente la sua visione del Rotary. Al contempo riflettiamo su come stiamo lavorando per concretizzare la quarta via d’azione del Rotary ( Azione Internazionale), nella consapevolezza che è grazie alla nostra azione internazionale e alle nostre associazioni internazionali, che si potrà creare un futuro di pace. Ma le vie d’azione e di sviluppo del Rotary possono essere ritenute essenzialmente due : l’internazionale e la territoriale.   Il Rotary è proiettato internazionalmente verso il cambiamento delle condizioni sociali dei paesi sottosviluppati e in via di sviluppo per renderli confacenti alla dignità cui ogni essere vivente ha diritto, e  include tutto ciò che un Rotariano può fare per promuovere la comprensione, la tolleranza e la pace tra i popoli.  Sicuramente però relativamente a questa quarta via d’azione non va dimenticata la <<proiezione>> del Rotary nel territorio in cui svolge il proprio servizio che può rappresentare una sorta di cartina di tornasole con la quale misurare la nostra capacità  di mettersi in relazione con il  mondo reale sociale, culturale, religioso,ormai multiculturale, del nostro territorio. Allora, in relazione alla tematica di febbraio come ogni club non può non osservare i “sintomi” sociali evolutivi della propria comunità e rivolgere la propria attenzione associativa ad ambiti quali l’economia, l’integrazione etnica-religiosa, l’ambiente, il vivere sociale di realtà vicine e non ?

E. Hemingway ha affermato:

            “ Oggi non è che un giorno qualunque di tutti i giorni che verranno, ma ciò che farai in tutti i giorni che verranno dipende da quello che farai oggi”